Cravatta regimental come e quando usarla

Cravatte Regimental, come e quando usarle

Cravatte regimental

Un vero must nell’armadio di un uomo è senza dubbio la Cravatta Regimental. Da un punto di vista puramente estetico le cravatte regimental posso essere confuse con le cravatte a righe, sottolineamo immediatamente che tale comprensibile associazione è nella realtà un grande errore.

Le cravatte regimental possiedono un codice di stile ed un significato preciso che rende il loro stile unico, e la “riga”, la sua dimensione, il suo spessore ed ovviamente il  colore viene ad essere quel “vezzo” che permette degli abbinamenti audaci ed a volte significativi.   Da aggiungere che tra tutti i tipi di cravatta, la regimental, è quella con la storia più particolare, infatti, in origine, era l’accessorio indossato al collo dai militari britannici, ed il colore delle righe rappresentava l’insigna ricevuta dal reggimento di appartenenza.

L’evento che segnerà la fama indissolubile della cravatta regimental risiede nell’anno 1919, anni in cui l’allora principe di Galles decise di visitare gli Stati Uniti indossando proprio la cravatta dell’unità in cui aveva prestato servizio. Esattamente da quel viaggio il regimental iniziò ad essere sinonimo di eleganza e le cravatte con questo stile si diffusero nei club, college, ed associazioni, sino ad arrivare alle affollate strade delle business cities.

Ad oggi , specialmente in ambienti anglossassoni, le righe rappresentano ancora delle appartenenze, quindi se si fosse invitati in determinati club, college o contesti coloniali è sempre bene sapere quale “riga” indossare e quale lasciare nell’armadio.

Le cravatte regimental si distinguono in base al numero e al tipo di riga: ambrate: sono i modelli che hanno righe di sfumature diverse dello stesso colore, araldiche: quando nella cravatta le righe sono in orizzontale o verticale, titan: una sola riga sotto il nodo cravatta; a nastro: le righe si collocano su tutta la cravatta con una distanza regolare; mogador: sono i modelli di regimental che presentano una striscia larga intervallata da due più strette.

Cravatta regimental: quando usarla

Abbiamo spiegato le “attenzioni” circa quando indossare una cravatta regimental in caso di un viaggio nei paesi anglosassoni, ma altrimenti la cravatta regimental quando usuarla ? Sempre. La risposta è assolutamente facile, poichè tutte le cravatte regimental a sfondo blue e di materiale di seta liscia , sono di grande eleganza,  e quindi le indosseremo per meeting importanti e formali, oppure per cene dove la forma ancora regna sovrana.

In tutto il mondo diplomatico ad esempio, quello ecclesiastico, politico ecc. Le cravatte regimental a sfondo chiaro sono perfette per gli incontri di giorno, pranzi o le famose occasioni da cocktail ( che nella realtà dei fatti in Europa nessuno le ha perchè non è un abitudine Europea vedersi per un cocktail ) ma comunque è un espressione che viene utilizzata, e non possiamo esimerci noi di jobstyle a tale possibile occasione:).

Le cravatte regimental più sgargianti magari in lana o cachemire possiamo indossarle sotto un maglione e diventano sportive. Quindi anche in questi casi la versatilità della cravatta regimental è totale, e dipendendo dal colore dello sfondo o della riga, la Utilizzeremo per diverse occasioni.

Cravatta regimental e gessato

Cravatta regimental: abbinamento

L’abbinamento della cravatta regimental, al di la dei colori, generalmente è in relazioni ad abiti a tinta unita, esattamente per non entrare in una sovrapposizione di righe . Molti uomini di stile, ad esempio il blasonatissimo Lapo Elkan , con le righe sanno giocare e riescono agilmente ad indossare un gessato con righe molto marcate con una sgargiante cravatta regimental.

Molti personaggi, specialmente in questi anni contemporanei dove sembra essere molto importante il “be cool” hanno utilizzato le righe per rompere gli schemi, ed abbinare colori e forme che nel passato erano accademicamente lasciate separate.

Oggi no; alcuni preferiscono incrociare le righe. Non solo i personaggi che affollano le tante riviste patinate, ma anche tutti quelli che non vengono paparazzati ma di righe sono pieni. Quindi il gessato e cravatta regimental, che anni or sono era un abbinamento molto raro, oggi è comune e spesso consigliato. 

Cravatta regimental e camicia righe

Cravatta regimental su camicia a righe

Esattamente in relazione con quanto scritto sopra accostare le righe regimental con una camicia a bastoncini era qualcosa che nel passato avrebbe fatto rabbrividire anche i più modaioli, oggi al contrario è uno stile ricercato. L’accostamento bizzarro e piuttosto audacie risulta essere corretto, se non troppo vistoso e se viene garantita una scala cromatica tra le righe . Come tutti gli abbinamenti non standard , molto importanti è il saperli Indossare. Raccomandiamo quindi un’agilità di stile, ed evitare l’ingessamento da riga. Così scritto potrebbe essere mal interpretato, però a volte una doppia interpretazione è quello che rende più interessante il pensiero di cui ci stiamo occupando. Quindi da evitare assolutamente la postura “dendy” ovvero quella rigidezza e compostezza forzata che rende qualsiasi cosa indossata, come uscita fuori da un outfit di pinterest. Spesso la ricerca forzata dell’originalità come della trasgressione ci rende dei cliché , e per tradizione noi cliché non lo siamo mai stati. 

Cravatta regimental blu bianco

Cravatta regimental blu bianco

La Principessa delle cravatte regimental è senza dubbio quella che concede l’abbinamento in sfondo blue e riga bianca. Esattamente lo sfondo blue navy e la riga bianca perla è senza dubbio un colpo d’occhio di grande eleganza. Splendida se indossata con camicia azzurra chiara, blaizer blue e pantalone bianco. Qualora non stiate scendendo da una banchina in radica di noce , di un porto di un’ antica colonia britannica, potete anche indossarla con un gessato non troppo scuro o se di giorno e per i più audaci potete sfoderare un completo in cotone chiaro , e sarete splendidi! Però ci raccomandiamo di mantenere questo stile in climi caldi o lontano dalle business city, gli indaffaratissimi manager difficilmente apprezzerebbero la velleità nell’ accostamento.

Cravatta regimental rosso blu

Cravatta regimental rosso blu

La cravatta regimental rosso blu è senza dubbio la cravatta da meeting. Pregievole se indossata con abito occhio di pernice, un principe di galles od anche con un abito chiaro. In ogni caso la cravatta regimental sfondo blue riga rossa o viceversa rappresenta un classico che mai passerà di moda e come ogni classico possiamo abbinarla in qualsiasi capo. Camicia bianca, oppure camicia blue, a righe o tinta unita, questa cravatta andrà sempre bene e sarà sempre sinonimo d’eleganza.

Articoli Correlati
Come fare il nodo alla cravatta perfetto
Come fare il nodo alla cravatta. 6 Stili a confronto.